LE BASI: IL PAN DI SPAGNA

Il Pan di Spagna è una delle basi classiche per le torte da farcire.

E’ semplicissimo da fare, servono pochissimi ingredienti ma è necessario seguire i passaggi fedelmente e con scrupolosa attenzione per ottenere un risultato eccellente per sofficità ed altezza.

Solo una volta che è completamente freddo, va tagliato, bagnato, farcito e decorato secondo il proprio gusto. 

La ricetta prevede per ogni uovo 30gr di farina e 30gr di zucchero.

La dose che ho riportato qui è per uno stampo dal diametro di 28cm: prevede 8 uova e da esso si potranno agevolmente ottenere 3 strati.

Per una teglia da 22cm ci vorranno 2 uova, per una da 24cm 4 uova, per una da 26cm 6 uova e così discorrendo (in pratica ogni cm che si aggiunge, si aggiungerà 1 uovo in più e 30gr di farina + 30gr di zucchero).

Spero di esser stata chiara 😉

Buon lavoro ^.^

013

IL PAN DI SPAGNA

Ingredienti per una teglia da 28cm di diametro

8 uova

240gr di zucchero

240gr di farina setacciata

burro e farina (per me staccante spray) per la teglia

Riscaldare il forno a 180°C.

Nella planetaria  o in una ciotola capiente aiutandosi con le fruste elettriche, montare le uova con lo zucchero finchè il composto risulterà più che triplicato di volume, bianco, spumoso (per me, con il Ken, ho montato 20 minuti a vel. 2,5; se usate le fruste elettriche aumentate di almeno altri 5 minuti – foto n.1).

Tecnicamente si dice che, sollevando le fruste, le uova “scrivono” (foto n.2).

Togliere la frusta e, aiutandosi con una spatola, incorporare un cucchiaio di farina alla volta con movimenti circolari e dal basso verso l’alto per evitare che il composto smonti (foto n.3 e n.4).

Abbiate cura di “spingere” la spatola a lavorare fin sul fondo della planetaria, altrimenti rischierete di ottenere un composto perfetto in apparenza in superficie ma con la farina tutta ammassata sul fondo.

Imburrare e infarinare lo stampo e versarci l’impasto con molta delicatezza (foto n.5).

PicMonkey Collage1

Trasferire la teglia in forno, abbassando la temperatura a 170°C.

Non aprire assolutamente il forno per i primi 30 minuti; trascorso questo tempo fare la prova stecchino (a me è venuto fuori pulito, quindi ho spento il forno e fatto riposare la torta per 2 minuti, altrimenti prolungare di qualche minuto la cottura).

Passare la lama di un coltello attorno al bordo della teglia, sformare il dolce delicatamente su una gratella e farlo freddare completamente.

Il Pan di Spagna può essere conservato avvolto in un canovaccio (eventualmente anche sistemato in una busta di cellophane) dai 2 ai 4 giorni.

4 thoughts on “LE BASI: IL PAN DI SPAGNA

  1. Pingback: LA TORTA DI MARGHERITE CON CREMA PASTICCERA CLASSICA E AL CIOCCOLATO E RICCIOLI AI DUE CIOCCOLATI | Unsoffiodipolveredicannella

  2. Pingback: CON UN POCO DI (PASTA DI) ZUCCHERO… MUSICAL COFFEE CAKE | Unsoffiodipolveredicannella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...