LA TORTA DI MARGHERITE CON CREMA PASTICCERA CLASSICA E AL CIOCCOLATO E RICCIOLI AI DUE CIOCCOLATI

Lillian amava sopra ogni altra cosa l’attimo appena prima di spegnere le luci. Indugiava sulla soglia della cucina del ristorante, alle sue spalle l’aria fradicia di pioggia, e lasciava che gli odori la raggiungessero: lievito fermentato, caffè dolce-terroso e aglio, sempre più intensi. Sotto di essi, più elusivo, si spandeva il persistente aroma di carne fresca, pomodori crudi, cantalupo, acqua su lattuga. Lillian inspirò, sentendo gli odori spostarsi intorno e attraverso di lei… 

(La scuola degli ingredienti segreti, Erica Bauermeister)

Il mio sogno: i miei profumi, i miei colori, le mie sensazioni, il mio localetto..

Non so bene: forse un minuscolo bistrot, forse una boulangerie o una petite patisserie.

Sicuramente shabby chic 😀

Ordinato e pulitissimo (manco a dirlo 😛 ), dai colori pastello, caldo ed accogliente.

Che profumi di cose buone: l’aroma intenso del caffè appena macinato che ridesta dall’intorpidimento del sonno, l’effluvio di un caldo thè speziato, la fragranza del pane e dei dolcetti appena sfornati.

In bella vista tante briochine, calde e profumate dalle varie fogge, meravigliosi e vaporosi croissants sfogliati, baguettes, crostatine, cookies, fette di gateau, soffici e cioccolatose, muffins e cupcakes (tanti 🙂 ), vassoietti di biscotti da pucciare nel latte, petits beurre per accompagnare una tazza di fumante thè e macarons di ogni colore e farcia.

Poi in un angolino, una torta carinissima e colorata, appena preparata per essere consegnata ad una mamma speciale.

Un sofficissimo scrigno di Pan di Spagna che avvolge due strati di golosissime creme.

Un morso alla soffice torta che incontra dei croccanti e dolci riccioli ai due cioccolati.

Questa è La torta di margherite con crema pasticcera classica e al cioccolato e riccioli ai due cioccolati ♥

027

LA TORTA DI MARGHERITE CON CREMA PASTICCERA CLASSICA E AL CIOCCOLATO E RICCIOLI AI DUE CIOCCOLATI

Per il Pan di Spagna (per una teglia da 28cm di diametro):

8 uova

240gr di zucchero

240gr di farina setacciata

burro e farina (per me staccante spray) per la teglia

Per la crema pasticcera classica:

500ml di latte

4 tuorli d’uovo

120gr di zucchero

60gr di farina

un pizzico di sale fino

aroma a piacere (semi di una bacca di vaniglia, buccia intera di un limone o di un’arancia pelata senza la parte bianca…)

Per la crema pasticcera al cioccolato:

500ml di latte

3 tuorli d’uovo

120gr di zucchero

60gr di farina

un pizzico di sale fino

tra i 25 ed i 100gr di cioccolato fondente (per me 30gr di cioccolato al 70%)

Per la decorazione:

500-600gr di pasta di zucchero 

coloranti alimentari in gel (verde, giallo, nero)

amido di mais

un piccolo setaccio

spatola di acciaio

stuzzicadenti

anello per il montaggio dei dolci (facoltativo)

guanti in lattice monouso (per non tingersi le mani)

smoother (spatola di plastica per livellare e lisciare la pdz)

carta da forno (per non tingere il piano di lavoro)

rotella liscia

matterello

stampini

Ed ancora:

100gr di riccioli ai due cioccolati

200-250ml di panna

latte o altra bagna a piacere q.b.

Per il Pan di Spagna:

Trovate le foto passo passo qui.

Riscaldare il forno a 180°C.

Nella planetaria  o in una ciotola capiente aiutandosi con le fruste elettriche, montare le uova con lo zucchero finchè il composto risulterà più che triplicato di volume, bianco, spumoso (per me, con il Ken, ho montato 20 minuti a vel. 2,5; se usate le fruste elettriche aumentate di almeno altri 5 minuti ).

Tecnicamente si dice che, sollevando le fruste, le uova “scrivono”.

Togliere la frusta e, aiutandosi con una spatola, incorporare un cucchiaio di farina alla volta con movimenti circolari e dal basso verso l’alto per evitare che il composto smonti.

Abbiate cura di “spingere” la spatola a lavorare fin sul fondo della planetaria, altrimenti rischierete di ottenere un composto perfetto in apparenza in superficie ma con la farina tutta ammassata sul fondo.

Imburrare e infarinare lo stampo e versarci l’impasto con molta delicatezza.

Trasferire la teglia in forno, abbassando la temperatura a 170°C.

Non aprire assolutamente il forno per i primi 30 minuti; trascorso questo tempo fare la prova stecchino (a me è venuto fuori pulito, quindi ho spento il forno e fatto riposare la torta per 2 minuti, altrimenti prolungare di qualche minuto la cottura).

Passare la lama di un coltello attorno al bordo della teglia, sformare il dolce delicatamente su una gratella e farlo freddare completamente.

013

Per la crema pasticcera classica:

In un pentolino scaldare il latte con un cucchiaio di zucchero prelevato dai 120gr, il sale e l’eventuale aroma scelto.

Nel frattempo, in una ciotola mescolare i tuorli con lo zucchero, aggiungere poi la farina.

Se non riuscite a mescolare bene, aiutatevi con un po’ di latte intiepidito .

Versare questo composto di uova, zucchero e farina nel pentolino con il latte e mescolare con una frusta in modo da non formare grumi.

Spegnere quando la crema si è addensata e prende il bollore.

Versare in una ciotola, coperta con un foglio di pellicola direttamente a contatto con la crema (per evitare che si formi quella fastidiosa crosticina sulla superficie) e far freddare.

035

Per la crema pasticcera al cioccolato:

In un pentolino scaldare il latte con un cucchiaio di zucchero prelevato dai 120gr e il sale.

Nel frattempo, in una ciotola mescolare i tuorli con lo zucchero, aggiungere poi la farina.

Se non riuscite a mescolare bene, aiutatevi con un po’ di latte intiepidito.

Versare questo composto di uova, zucchero e farina nel pentolino con il latte e mescolare con una frusta in modo da non formare grumi.

Spegnere quando la crema si è addensata e prende il bollore.

Unire il cioccolato tritato grossolanamente e mescolare sempre con la frusta velocemente.

Versare in una ciotola, coperta con un foglio di pellicola direttamente a contatto con la crema (per evitare che si formi quella fastidiosa crosticina sulla superficie) e far freddare.

020

Montaggio:

Quando la torta è fredda, tagliarla in 3 dischi.

Sistemare il primo su un piatto da portata e bagnarlo con del latte.

Farcire con la crema pasticcera al cioccolato e cospargere la superficie con metà dei riccioli ai due cioccolati.

Bagnare il secondo disco con il latte e sovrapporlo delicatamente al primo.

Farcire con la crema pasticcera classica e cospargere la superficie con la restante metà dei riccioli ai due cioccolati.

Bagnare il terzo disco sempre con il latte e sovrapporlo delicatamente al secondo.

torta margh collage

Sarebbe meglio inserire il dolce in un anello regolabile per il montaggio dei dolci, così da mantenerlo compatto.

Mettere in frigo.

Nel frattempo montare la panna.

Riprendere il dolce, togliere l’anello e, con l’aiuto di una spatola, spalmare un sottile strato di panna sulla superficie e sui bordi della torta.

Rimettere in frigo fintanto che coloreremo e stenderemo la pasta da zucchero.

PicMonkey Collage

Decorazione:

Nota: pasta di zucchero, di seguito “pdz”

Mettersi i guanti monouso e, su un foglio di carta forno, con l’aiuto di uno stuzzicadenti, prelevare un po’ di colorante e colorare un po’ della pasta di zucchero (circa 400gr) con il colore verde (aggiungerne poco alla volta finchè otterrete la tonalità preferita).

Ripetere l’operazione per tutti i colori che ci serviranno (una pallina molto piccola di nero, una un po’ più grande di giallo e lasciarne un’altro po’ bianca).

Avvolgere i vari panetti di pdz nella pellicola per evitare che secchino.

Se l’impasto dovesse diventare appiccicoso, aiutarsi setacciando un po’ di amido di mais.

Una volta ottenuto il colore desiderato, iniziare a stendere la pdz sulla carta forno con un velo di amido di mais, calcolando che dovrà coprire sia la superficie che i bordi del dolce.

Riprendere il dolce e, con l’aiuto del matterello, trasferire la pdz sullo stesso.

Tagliare la pasta in eccesso con l’aiuto di una rotella liscia.

Lisciare la superficie con lo smoother.

PicMonkey Collage1

Iniziare a preparare le decorazioni:

stendere la pasta bianca e ritagliare le margherite e le 4 ali delle api; con la pasta gialla fare delle palline che andranno a completare le margherite e i due corpi delle apine, mentre con la pasta nera fare quattro strisce e i quattro occhietti delle api.

Assemblare le apine.

PicMonkey Collage2

Se la pdz è un po’ umida, basterà poggiare le decorazioni premendo appena affinchè si attacchino.

Se invece si è un po’ asciugata,inumidire leggerissimamente il retro delle decorazioni e poggiarle sulla superficie del dolce.

Una volta che la torta è decorata, tenerla in frigo fino ad una mezz’oretta prima di consumarla.

026

  Per te mamma ♥ !!

Con questa ricetta partecipo ai contest

Aria di festa – Torte da sogno 

contest_francesca_blog

My sweet little place

Banner I contest - my sweet little place

8 thoughts on “LA TORTA DI MARGHERITE CON CREMA PASTICCERA CLASSICA E AL CIOCCOLATO E RICCIOLI AI DUE CIOCCOLATI

  1. Pingback: Finalmente… il mio primo contest! Buon compleanno “Pan di Zenzero”! |

  2. Che bella torta!!! deliziosa per il compleanno di un bimbo! e chissà che buona!
    mi è piaciuto tantissimo la tua descrizione..sono riuscita a immaginare il tuo localino..ed è un vero sogno! Brava!! e poi ovunque metti qualcosa di francese o shabby chic mi trovi perfettamente d’accordo..sono cose che amo tantissimo!! La francia è il mio secondo paese! 😀

  3. Pingback: CON UN POCO DI (PASTA DI) ZUCCHERO… MUSICAL COFFEE CAKE | Unsoffiodipolveredicannella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...