LA RICETTA DEL CUORE #2: LE PIADINE ALL’OLIO

Preparare una piadina, sentirne il profumo e tirarne un morso è sempre per me un ridestare di ricordi.

Il legame affettivo con questa semplicissima ricetta la ritrovate qui, in un’altra versione della piadina che preparavo ormai da tempo.

Dire che la piada è una delle mie ricette del cuore è dire la verità ♥ .

Per questo, quando l’altro giorno Luca Montersino ha postato la ricetta delle sue piccole piadine, il desiderio di riassaporare quei ricordi si è riafacciato prepotente.

Riporto la sua ricetta base, tra parentesi le mie modifiche, considerando che – come sempre – lo strutto è stato sostituito e che l’ho quadruplicata, avendo bisogno di una vera e propria cena e non di finger food😛 .

Fotor1211121340

PICCOLE PIADINE (tratta da una ricetta di Luca Montersino – dal libro “Piccola pasticceria salata”)

Ingredienti per 24 pezzi (per me 7-8 piadine grandi)

Per le piadine: 

150 g di farina – 18oW (per me 600gr di farina 0 per pizza Ruggeri)

6o g di latte intero fresco (per me 280ml di latte a temperatura ambiente + eventualmente altri 20ml)

40 g di strutto (per me 120ml di olio extravergine d’oliva Bonomo)

4 g di baking  (per me 8gr – per baking si intende lievito istantaneo per torte salate)

2 g di sale (per me 10gr)

Per le piadine, impastate a mano tutti gli ingredienti (eventualmente aggiungendo gli altri 20ml di latte) e lasciate riposare per circa 2 ore in frigorifero (potete preparare l’impasto anche la sera precedente – per me 1 ora fuori dal frigo, tanto fa decisamente freddo😀 ).

(Dividete l’impasto in 7-8 palline).

Stendete l’impasto con il matterello allo spessore di 3 mm, quindi con un coppapasta ritagliate dei dischetti di 3,5 cm di diametro (per me logicamente non c’è da “coppare” nulla) e cuoceteli su una piastra calda (170 °C circa – per me il classico testo in ghisa).

(Servite man mano le piadine o, in alternativa, tenetele al caldo avvolte in un canovaccio pulito prima di farcirle a piacere).

004-

5 thoughts on “LA RICETTA DEL CUORE #2: LE PIADINE ALL’OLIO

  1. Pingback: LES CROQUETS ALGERIEN AUX RAISINS SECS ET CITRON | Unsoffiodipolveredicannella

  2. Sicuramente da provare. Dopo cotte si possono surgelare o almeno mantenere per il giorno dopo? Dici che come farina va bene la manitoba o quella per i preparati per pizza o una semplice 0? Non sempre trovo scritto la durezza. Grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...