ALLA RICERCA DEL BISCOTTO INTEGRALE PERFETTO – ESPERIMENTO #2: LE PASTE INTEGRALI ALL’AMMONIACA

Alla ricerca del biscotto integrale perfetto.

Esperimento #2: Le paste integrali all’ammoniaca.

Rispetto all’esperimento #1 sono meno carini a vedersi ma secondo me più buoni..

Più friabili e un po’ più dolci (non troppo, ma quel poco ci sta bene 😛 ) e inzuppano anche meglio.

Sono una rivisitazione delle “paste all’ammoniaca” che qui al sud prepariamo in dosi capaci di sfamare un esercito per la colazione, solo in versione più rustica.

Nel mio tazzone di latte fumante ci stanno davvero bene 😉

Per il momento, continueranno ad accompagnare le mie colazioni mattutine e le “pucciate” pomeridiane…

…until i’ll not find a better recipe, fin quando non troverò una ricetta migliore ^.^

Fotor0404131152

LE PASTE INTEGRALI ALL’AMMONIACA

500gr di farina integrale

2 uova

100gr di burro/margarina

140gr di zucchero

50ml di latte tiepido

un pizzico di sale

8gr di ammoniaca per dolci

Formare una fontana con la farina, mettendo al centro le uova, il burro, lo zucchero, il sale e l’ammoniaca sciolta nel latte tiepido.

Impastare in modo da ottenere un composto liscio.

Formare i biscotti (a forma di ciambellina o stendendo l’impasto e ritagliandolo con le formine) e sistemarli piuttosto distanziati su due teglie rivestite con della carta forno.

Cuocere in forno caldo 170-180° per una ventina di minuti circa.

Far freddare per bene le pastarelle e conservarle in una scatola di latta.

Fotor040413143