LA PIZZA DA FARE IN FRETTA E LE FOTO RUBATE

Questo post rischiava di non essere mai scritto ūüėÄ

La realt√† √® che la ricetta non √® buonissima, ma molto di pi√Ļ…

…tanto buona queste poche foto sono state letteralmente rubate a delle bocche affamate e a dei pancini brontolanti.

Talmente veloci ed improvvisate che mi rifiutavo di pubblicarle.

Prometto che , quando rifar√≤ questa ricetta, se dovessi averne l’opportunit√†, cercher√≤ di fare delle foto decenti, altrimenti dovrete fidarvi della mia parola ūüėõ

La ricetta, come per molti degli ultimi lievitati, è di Paoletta: la pizza da fare (e mangiare ^_^) in fretta !

La riporto esattamente come lei l’aveva pubblicata sul gruppo, cos√¨ non potrete sbagliare dato che c’√® tanto di orario per ogni passaggio ūüėČ

Buon lavoro !!

Fotor072014653

LA PIZZA DI PAOLETTA da fare in fretta ! – PIZZA MARGHERITA E PIZZA CRUDAIOLA

Ingredienti per l’impasto:

300gr di farina W330 (in alternativa metà manitoba e metà 0 per pizza)

50gr di semola rimacinata di grano duro

50gr di enkir o farro (se non la trovate, usate la stessa quantità di semola rimacinata, quindi in totale 100gr)

1 cucchiaio di fiocchi di patate

320gr di acqua

10gr di lievito di birra

1¬†cucchiaino di malto d’orzo (se non ce l’avete, omettetelo)

8gr di sale

20gr di olio evo

Condimento a piacere:

per me, per la pizza crudaiola: mozzarella, pomodorini ciliegini, rucola, ricotta marzotica grattugiata, olio extravergine di oliva

mentre per la pizza margherita: passata di pomodoro, mozzarella, sale, pepe, formaggio grattugiato, olio extravergine di oliva

Fotor072011735

Ore 16.30:

‚óŹ Setacciare 300gr di farina W330 (in alternativa met√† manitoba e met√† 0 per¬†pizza), 50gr di semola rimacinata di grano duro, 50gr di enkir o farro e 1 cucchiaio¬†di fiocchi di patate.

‚óŹ Versare nella ciotola dell’impastatrice 320gr di acqua, 10gr di lievito di birra, 1¬†cucchiaino di malto d’orzo. Sciogliere 1′ con la foglia.

‚óŹ Aggiungere met√† delle farine, 8gr di sale, il resto delle farine.

‚óŹ Incordare con la foglia.

‚óŹ Versare a filo 20gr di olio evo.

‚óŹ Incordare

‚óŹ Capovolgere ogni tanto l’impasto durante tutta la lavorazione.

‚óŹ Mettere in una ciotola unta e coperta per 2h.

Ore 19.00:

‚óŹ Rovesciare l’impasto sulla spianatoia spolverata di semola.

‚óŹ Fare le pieghe di sovrapposizione.

‚óŹ Arrotondare

‚óŹ 1h di lievitazione coperto a campana.

Ore 20,15:

‚óŹ Accendere il forno ventilato alla max temp. o funzione pizza.

‚óŹ Stendere nella teglia ben oliata.

‚óŹ Attendere 30′

Ore 20,50:

‚óŹ Condire con pomodoro, sale.

‚óŹ Infornare prima tacca del forno fino a quando il cornicione inizia a colorirsi.

‚óŹ Aggiungere la mozzarella e l’olio.

‚óŹ Continuare la cottura nella tacca alta del forno.

Per me, per la pizza crudaiola: 

‚óŹ Condire con un giro d’olio.

‚óŹ Infornare prima tacca del forno fino a quando il cornicione inizia a colorirsi.

‚óŹ Aggiungere la mozzarella.

‚óŹ Continuare la cottura nella tacca alta del forno, fin quando la mozzarella √® fusa.

‚󏬆Sfornarla e condirla con i pomodorini ciliegini, la rucola e la ricotta marzotica grattugiata.

Ore 21,00:

‚óŹ A tavola!

Fotor072015141Con questa ricetta partecipo alle raccolta

Panissimo di Sonoiosandra e  Bread & Companatico

finale di stagione