IL CONNUBIO DELLA TRADIZIONE: I CAVATELLI CON COZZE E SEMI-VELLUTATA DI FAGIOLI

E’ strano, ma può capitare che pur avendo sempre sentito parlare di un piatto della tradizione, per un motivo o per l’altro non lo si sia mai preparato.

Ed è stato esattamente così per me in questo caso.

Non so, forse il connubio mi sembrava strano, quasi un azzardo, anche se separatamente pasta e fagioli e pasta con le cozze sono due piatti che adoro.

Caserecci e sostanziosi, che ti scaldano e riempiono per bene la pancia.

Il connubio dovrebbe quantomeno essere altrettanto 😛

Così oggi è arrivato il fatidico momento della fusione delle due minestre.

Esperimento eseguito, risultato: promosso a pieni voti 😀

Vi farò ridere, ma daddy si è spinto in un “ma questo è un piatto da ristorante !?!?”

Affermazione o domanda non ho capito, fatto sta che anche il piatto in più che era a tavola è stato spazzolato in men che non si dica 😉

cavcozfag

I CAVATELLI CON COZZE E SEMI-VELLUTATA DI FAGIOLI

Ingredienti per 5 persone

350gr di fagioli lessati (cannellini o borlotti; d’estate si possono usare anche quelli freschi)

1/2 costa di sedano

2 spicchi d’aglio

sale e peperoncino

olio extravergine di oliva

6 o 7 pomodorini ciliegini

1kg di cozze

350gr di cavatelli freschi

prezzemolo tritato

Innanzitutto pulire le cozze e aprirle a frutto netto, conservando e filtrando il liquido di vegetazione che potrebbe servire.

Se proprio non siete pratici, aprite le cozze sul fuoco conservando sempre il liquido, ma SOLO e SE PROPRIO non siete pratici, in ogni altro caso fate finta che non vi abbia detto niente perchè in una città di mare ciò è un’eresia 😉

Prendere metà della quantità dei fagioli e frullarla in modo da creare una vellutata, aiutandosi nell’operazione con un po’ di liquido di cottura.

In una casseruola far soffriggere il sedano a dadini con un soffio di peperoncino, i due spicchi d’aglio in camicia schiacciati e l’olio d’oliva.

Aggiungere i pomodorini in dadolata e far andare per pochi minuti.

Unire la metà dei fagioli lessati interi e la metà ridotta in semi-vellutata.

Far insaporire qualche minuto ed aggiungere le cozze a frutto netto.

Il risultato finale della minestra deve essere piuttosto asciutto: se però il sughetto dovesse essere troppo compatto, aggiungere un po’ di liquido di cottura dei fagioli o un po’ di liquido di vegetazione delle cozze precedentemente filtrato e messo da parte.

Noterete che finora non ho salato: solo dopo che aggiungerete le cozze, assaggiate il condimento e – se necessario – aggiustate di sale.

Nel frattempo lessare i cavatelli in abbondante acqua salata.

Scolarli molto al dente e mantecarli a fiamma vivace con il sughetto di cozze e fagioli, in modo da ottenere una consistenza densa e cremosa.

Impiattare immediatamente, completando con un po’ di prezzemolo tritato e un giro di olio extravergine di oliva a crudo.

Buona appetito ^.^

Fotor0307114857

6 thoughts on “IL CONNUBIO DELLA TRADIZIONE: I CAVATELLI CON COZZE E SEMI-VELLUTATA DI FAGIOLI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...