IT’S PANCAKE DAY: NIGELLA’S AMERICAN BREAKFAST PANCAKES

Ma voi lo sapete che giorno è oggi 😛 ?

It’s Pancake day, of course !!

Avete presente i pancakes, vero 😉 ?

Li ho adorati fin da piccola, quando li vedevo preparati nei cartoon Disney, specie quelli di Donald Duck creati nell’America del dopo guerra.

Cucciola, ridevo come una pazza nel vedere quei due furbacchioni di Cip&Ciop armati di una casereccia canna da pesca che cercavano di rubare a Paperino tutti quei caldi e dorati pancakes impilati in bell’ordine.

E rido ancora oggi riguardando qui quel carinissimo cartoon.. Che tempi ! E che cartoni 😀 !

20100315-donaldduckpancakes

Adoro i pancakes, questi lontani mini-cugini delle crepes d’oltralpe e dei baghrir del nordafrica.

Spugnose, soffici e più spesse, queste tradizionali frittelle americane vengono servite per la prima colazione, la merenda ma anche per il brunch. 

La tradizione vuole che vengano accompagnate dallo sciroppo d’acero, ma ancora oggi in Italia non è di facilissimissima reperibilità e quindi potrete gustarle con del miele, della confettura, della crema di nocciole o tutto ciò che la vostra fantasia vi indicherà.

Questa è la ricetta di Nigella Lawson, uno dei volti più conosciuti dei programmi culinari anglosassoni.

La ricetta originale l’ho scovata sul suo sito, qui.

Aggiungo solo un’astuzia che la stessa Nigella ha indicato quando ha preparato i pancakes per una trasmissione su Gambero Rosso Channel (grazie alla cara amica Anna che me l’ha ricordata 😀 ).

Fotor0212151421

AMERICAN BREAKFAST PANCAKES – di Nigella Lawson

Iniziamo come dicevo con l’astuzia.

Nella puntata andata in onda su Gambero Rosso, Nigella suggerisce di preparare in anticipo un composto secco di base e di conservarlo in un contenitore con chiusura ermetica.

Questa miscela durerà per diverso tempo e permetterà di fare circa 4 dosi di pancakes.

All’ occorrenza, prendere una tazza da thè come termine di misura: prelevare una tazza di questo composto secco (circa 150 gr) ed aggiungere uova, latte e burro per completare il composto dei pancakes. 

Quindi, se volete mettere in pratica il suo suggerimento, procedete come segue.

Per il composto secco:  Fotor0219232057

600gr di farina  

50gr lievito per dolci

2 cucchiai di bicarbonato 

1 cucchiaino di sale

50gr zucchero semolato

Miscelare il tutto e conservarlo, in un contenitore con chiusura ermetica. 

Quando vorremo preparare i pancakes, prendere una tazza da thè come termine di misura.

Prelevare una tazza di questo composto secco (circa 150 gr) ed aggiungere:

1 uovo intero

1 tazza di latte

1 cucchiaino di burro (circa 15 gr ) fuso e intiepidito.

Miscelare il tutto  (a mano e nel mixer) e nel frattempo preriscaldare una padella tipo quella per le crepes.

Prelevare la pastella con un mestolino e cuocere i pancakes (circa 8) prima da un lato e poi dall’altro.

Impilare le frittelle una sull’altra su un piatto e servirle con un composto ottenuto facendo sciogliere in un pentolino 125gr succo d’acero e 200ml di sciroppo di ribes ( o marmellate varie ).

Altrimenti potrete servire i pancakes semplicemente con sciroppo d’acero o miele, confettura…

Fotor0212151914

Questo è per quanto riguarda l’astuzia.

Se invece volete partire direttamente con l’impasto (senza preparare in anticipo il composto secco) queste sono le dosi per circa 16 pancakes, tratte dal suo sito:

225gr di farina

1 tbsp (cucchiaio da tavola) di lievito in polvere

1 pizzico di sale

1 tsp (cucchiaino) di zucchero semolato

2 uova grandi sbattute

30gr di burro (fuso e raffreddato)

300ml di latte

Il modo più semplice è quello di mettere tutti gli ingredienti in un frullatore e far andare il tutto.

Ma se volete mescolare l’impasto a mano in una ciotola, fate un buco nelle polveri (farina, lievito, sale e zucchero), sbattere le uova, il burro fuso e il latte e mescolare fino ad ottenere un composto liscio.

Trasferire il composto in una brocca così sarà molto più facile versare la pastella nella padella piuttosto che versarlo a cucchiaiate. Così dice Nigella. Io sinceramente ho utilizzato l’aggeggino per fare le palline di gelato (del diametro di circa 6cm) così ho avuto sempre una dose omogenea.

Scaldare la padella sul fuoco.

Quando si cucinano le frittelle, tutto quello che dovete ricordare è che quando sul lato superiore della frittella compaiono delle bollicine, allora quello è il momento di cuocere il secondo lato (e questo necessita solo di circa 1 minuto).

Impilare le frittelle una sull’altra su un piatto e servirle con succo d’acero o sciroppo di ribes o confettura…

That’s all folks 😀

Fotor0212152340

Featuring piatto, portauovo e mug GreenGate

Con questa ricetta partecipo al contest di Mela e Cannella

Immagine prova1

10 thoughts on “IT’S PANCAKE DAY: NIGELLA’S AMERICAN BREAKFAST PANCAKES

  1. Sai che ho visto anche io la puntata dove dava la ricetta da mettere in barattolo? L’ho anche segnata ma non ricordo dove, grazie a te l’ho recuperata!!
    Ciao ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...