THAT’S AMORE: LE ROSE FRITTE CON CREMA PASTICCERA E CONFETTURA

L’amore infatti è un fiore che sboccia dovunque, compie i suoi dolci miracoli sfidando il gelo dell’autunno e la neve dell’inverno e torna a rifiorire, turgido e fragrante durante il corso dell’anno, rendendo felice chi lo dona e chi lo riceve. (Louisa May Alcott)

L’amore è un tenero sguardo, un intreccio di mani, un sorriso delicato, qualche semplice parola, una ninna nanna, un dolce che prepari per coccolare chi ami.

A volte le parole non vengon fuori belle fluide così come le pensi e magari è molto più facile preparare un dolcetto con il tuo cucciolo, per cercare di trasmettergli un po’ del tuo amore.

Le manine che impastano assieme, quello sbuffo di farina, spingere insieme sulla formina per creare le vostre opere d’arte, agitare il setaccio per far cadere un velo di zucchero.

Delle piccole e delicate rose di croccante pasta fritta, completate dal tocco di dolcezza della crema pasticcera e della confettura.

La mia coccola, che scalda il cuore..

.. il mio modo per prendermi cura di chi amo.

A te ♥ !

Fotor020591842

LE ROSE FRITTE CON CREMA PASTICCERA E CONFETTURA

Per l’impasto:

250gr di farina

1 uovo

1 cucchiaio di zucchero

25gr di burro

1 pizzico di sale

la buccia grattugiata di mezzo limone

latte q.b. (per me circa 60ml)

Per la crema pasticcera:

250ml di latte

2 tuorli

60gr di zucchero

27gr di farina

1 pizzico di sale

la buccia intera di mezzo limone

Ed ancora:

olio di semi di arachidi o girasole per la frittura

zucchero al velo

un po’ di confettura rossa (per me frutti di bosco, ma va bene anche di ciliegia, amarena … altrimenti una amarena sciroppata per ogni rosa)

coppapasta di 4 diverse dimensioni

1 cucchiaio di legno

un canovaccio pulito

un po’ di farina per il canovaccio

Nonna Papera (macchinetta per la pasta)

Per la crema pasticcera:

Iniziamo preparando la crema che ci servirà fredda.

In un pentolino scaldare il latte con un cucchiaio di zucchero prelevato dai 60gr, il sale e la buccia intera del limone.

Nel frattempo, in una ciotola mescolare i tuorli con lo zucchero, aggiungere poi la farina.

Se non riuscite a mescolare bene, aiutatevi con un po’ di latte intiepidito .

Versare questo composto di uova, zucchero e farina nel pentolino con il latte e mescolare con una frusta in modo da non formare grumi.

Spegnere quando la crema si è addensata e prende il bollore.

Versare in una ciotola, coperta con un foglio di pellicola direttamente a contatto con la crema (per evitare che si formi quella fastidiosa crosticina sulla superficie).

Per l’impasto:

Impastare tutti gli ingredienti insieme, aiutandosi con il latte in modo da ottenere un composto non troppo tenero ed assolutamente non appiccicoso (altrimenti sarà difficile da stendere con la macchinetta).

Confezionamento, cottura e composizione:

Se possibile far riposare un po’ la pasta (anche 20 minuti saranno sufficienti), altrimenti procedete direttamente.

Dividere l’impasto in piccole parti e stenderlo in sfoglie sottili, partendo dal foro più largo fino ad arrivare al penultimo foro.

Con i 4 diversi coppapasta, ricavare tanti dischetti appunto di 4 diverse dimensioni per confezionare poi le rose (foto n.1).

Ad ogni dischetto andranno fatte 4 incisioni di circa 1 cm (foto n.2).

Comporre le rose partendo dal dischetto più grande, inumidire appena il centro bagnandosi il dito in un po’ d’acqua e posizionarvi sopra il secondo dischetto appena più piccolo (foto n.3).

Inumidire il centro anche del secondo dischetto e posizionarvi sopra il terzo (foto n.4).

Inumidire il centro anche del terzo dischetto e completare la rosa posizionarvi sopra il quarto e più piccolo dischetto (foto n.5).

PicMonkey Collage

Procedere in questo modo a formare le altre rose, fino a terminare tutti i dischetti.

Sistemare man mano le rose su un canovaccio pulito appena spolverato di farina.

Una volta che tutti i dolcetti sono pronti, portare a temperatura l’olio nella padella.

Inserire nell’olio una rosa alla volta, aiutandosi con il manico di un cucchiaio di legno per tenerla ferme.

Smuoverla appena nell’olio con leggeri movimenti circolari in modo che i “petali” si aprano bene e diano proprio l’immagine di un fiore.

015

Aggiungere poi un’altra rosa con lo stesso procedimento.

Friggere comunque poche rose alla volta (per evitare che si abbassi la temperatura dell’olio) in modo che risultino ben dorate da entrambi i lati e aver cura di sgocciolarle su carta assorbente.

Sistemare ordinatamente le rose su un piatto da portata.

Completarle con un cucchiaino di crema pasticcera al centro, una punta si confettura al centro della crema e terminare con una spolverata di zucchero al velo.

Buon appetito ^.^ !

Fotor020592844

Note:

E’ possibile preparare le rose qualche ora prima; dopo averle fritte, quando sono fredde, andranno conservate in una scatola di latta.

Poco prima di servire, andranno disposte sul piatto da portata e farcite con crema, confettura e zucchero al velo.

Con questa ricetta partecipo ai contest

Dolci fritti

IMGP1152Dolce Carnevale

535440_327612684006064_673680645_nLa cucina del cuore

8384419084_06259cf478_z

Un dolce per me

299p

Giveaway La cucina di Any

Giveaway - La cucina di AnyQuesta è la mia ricetta del cuore per…L’arcobaleno di Sara

SaracontestCon questa ricetta partecipo al contest Valentine’s Day Dessert di DULCIS IN FABULA

BANNER

14 thoughts on “THAT’S AMORE: LE ROSE FRITTE CON CREMA PASTICCERA E CONFETTURA

  1. bellissime queste rose..mi piacciono molto nella loro semplicità degli ingredienti e nella genialità della forma che le hai conferito. complimenti e sicuramente mi copio la tua ricetta sperando di riuscire a rifarle belle come le tue!un abbraccio,peppe.

    • Cara Erika
      ti ringrazio per i complimenti e la condivisione, della quale sono molto onorata 😉
      Per quanto riguarda i coppapasta online li riesci a trovare di vari materiali (anche se io personalmente preferisco l’acciaio inox) e di diverse dimensioni. Io per esempio ho 2 scatoline con dentro una ventina di stampini rotondi (lisci e zigrinati) che vanno dai 2 ai 10cm circa.
      Se proprio non riesci a trovarli, non preoccuparti perchè potrai usare una tazzina e/o bicchieri purchè di diverse dimensioni (il più grande massimo comunque di 6-7 cm perchè la rosa deve presentarsi quasi come un bocconcino).
      Per qualsiasi altro dubbio o domanda sono qui.
      A presto e buona serata 😀

  2. che dolcezza questo post!!! poi mi colpisci perche’ sono romantica di natura:)
    grazie per queste dolcissime rose sono bellissime ma anche una vera golosita’:)
    ti inserisco presto!
    un bacio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...