GLI SPICCHI DI CUORE DI CARCIOFO IN PASTELLA

Saporiti e gustosi, i carciofi in pastella sono uno sfizio puro, un omaggio ai tiepidi inverni di casa mia.

Di ricette di pastelle ne è pieno il mondo: con o senza uova, con lievito o senza, con acqua gassata, albumi a neve o farina di riso, insomma ogni famiglia ha la sua variante.

Questa pastella è piuttosto semplice ed è indicata, oltre che per gli ortaggi (quindi carciofi, melanzane, zucchine e peperoni) anche per le carni bianche o per triangoli di caciocavallo appena infarinati o per fettine di mela (basterà aggiungere un po’ di zucchero al latte oppure spolverare alla fine le frittelle con dello zucchero al velo).

GLI SPICCHI DI CUORE DI CARCIOFO IN PASTELLA

250gr di farina

250ml di latte tiepido

15gr di lievito di birra (o circa 4gr di lievito disidratato)

2 tuorli d’uovo

un pizzico di zafferano (facoltativo)

sale

4 carciofi

2 o 3 cucchiai di succo di limone

formaggio grattuggiato

prezzemolo tritato

aglio liofilizzato

olio di semi di arachidi o girasole per la frittura

Sciogliere il lievito con un po’ di latte tiepido e con lo zafferano.

Stemperare la farina con il latte restante.

Incorporare un tuorlo alla volta ed in ultimo il latte col lievito.

Lavorare bene con la frusta la pastella in modo da ottenere un composto semiliquido liscio.

Coprire la ciotola e far lievitare per circa un paio d’ore (in estate anche qualcosa meno).

Nel frattempo pulire i carciofi in modo da ricavarne i cuori, tagliare ognuno in 4 o in 6 e metterli man mano in una ciotola con acqua fredda e succo di limone.

Scolare gli spicchi e asciugarli per bene con della carta assorbente.

In una ciotolina amalgamare del formaggio grattuggiato, il prezzemolo e un po’ d’aglio.

Passare i carciofi prima in questo composto e poi nella pastella.

Scaldare in una padella l’olio (circa 180°) e friggere gli spicchi pochi pezzi alla volta per non abbassare troppo la temperatura.

Man mano che risultano ben dorati, sgocciolarli su carta assorbente e salarli.

Servire caldi.

Note:

Ci si può anticipare un po’ il lavoro effettuando la prefrittura: passare gli ortaggi nella pastella e friggerli pochi alla volta ad una temperatura di 160° per un paio di minuti (la pastella deve indurirsi senza prender colore).

A questo punto possono essere raffreddati e congelati in sacchetti per freezer.

Quando servono, portare l’olio a 180° e finire la cottura e la doratura degli ortaggi.

Salare alla fine.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...