VOLANDO SU UNA NUVOLA DI ZUCCHERO: CRANBERRY YOGURT CHIFFON

A volte la vita ti travolge con la sua frenesia e ti trovi, come dice il buon Neffa, “trascinato sotto dall’onda”.

… e vorresti solo volare su una nuvola.

Rimani ancorata con i piedi ben saldi fin quando, ascoltando Ludovico Einaudi, ti sembra davvero di raggiungere quelle “Nuvole Bianche“.

Poi, così per caso, incroci – in una mite domenica di ottobre – una bellissima ricetta, la provi e ne rimani estasiata perchè ti fa vivere l’ incantata sensazione di addentare una soffice nuvola di zucchero, quella stessa nuvola su cui qualche ora prima sognavi di volare !

CRANBERRY YOGURT CHIFFON (tratto da Chiffon Cake Book di Junko Fukuda)

Ingredienti per uno stampo da Chiffon Cake del diametro di 20cm

5 tuorli d’uovo, a temperatura ambiente

43gr di zucchero semolato

buccia grattuggiata di 1 limone

65ml di olio dal sapore neutro (per me olio di semi di girasole)

2 tsp (cucchiaini) di succo di limone

130gr di yogurt bianco

130gr di farina, setacciata due volte

7 albumi, a temperatura ambiente

87gr di zucchero semolato

95g di dried cranberries  Noberasco (mirtilli secchi)

ed ancora:

un soffio di farina per i mirtilli

Portare il forno ad una temperatura di 180°.

Montare i tuorli con i 43gr di zucchero fino a renderli spumosi .

Poi aggiungere in ordine la buccia di limone, l’olio al filo, il succo di limone, lo yogurt e la farina setacciata.

A parte montare gli albumi con gli 87gr di zucchero fino ad ottenere una meringa.

Nel frattempo infarinare i mirtilli secchi e setacciare via la farina in eccesso.

Inizialmente miscelare il composto di tuorli con 1/3 di quello di albumi, così da rendere più omogenee le 2 miscele che hanno densità diverse, aiutandosi con una spatola e facendo movimenti dal basso verso l’alto per non smontare.

Poi, sempre con la spatola, unire delicatamete il resto della meringa in 2 o 3 volte.

Aggiungere i mirtilli secchi infarinati.

Versare in un sol colpo il composto in uno stampo da Chiffon Cake non imburrato.

Quindi, assicurarsi che la superficie della pastella sia livellata.

Battere brevemente la tortiera sul piano di lavoro per eliminare le sacche d’aria di grandi dimensioni (ergo non fate come me che poi mi sono ritrovata giusto con una bella bolla nel mezzo della Chiffon Cake della foto 😛 ).

Cuocere in forno caldo 180°C per 40 minuti o comunque fin quando lo Chiffon Cake è cotto, lo stuzzicadenti risulta pulito e la superficie della torta non risulta elastica nè appiccicosa al tatto.

Rapidamente rimuovere lo stampo dal forno e capovolgerlo.

Sformare lo Chiffon Cake una volta che è completamente raffreddato.

Si conserva per 2 o 3 giorni.

Note:

Lo Chiffon Cake manca del tutto di agenti lievitanti: la buona riuscita si basa su buona montata di albumi che sia ferma e che incorpori molta aria e sulla velocità nel capovolgimento del dolce. Quindi, tenete d’occhio la cottura dallo sportello del forno ed eventualmente fate la prova stecchino dopo i primi 15 minuti (non aprite e chiudete in continuazione) e capovolgete la torta o i muffins appena sfornati. Non vi preoccupate se si “siede” appena perchè è una cosa fisiologica. Non sformare lo Chiffon Cake prima che sia del tutto raffreddato o “crollerà” inesorabilmente.

Io ho fatto metà dose (*) e l’ho cotta in 8 stampini da muffins a 180° per 10 minuti + 170° per 9 minuti. Nel caso si vogliano prepare le monoporzioni anzichè la torta intera con lo stampo specifico, è meglio usare lo stampo da muffins rigido (intendo quello tipo antiaderente o quello di carta ma più sostenuto, con il bordo di cartoncino) anzichè i pirottini leggeri perchè poi sarebbe un problema capovolgerli. Nel caso dello stampo antiaderente va capovolto e i 2 laterali vanno poggiati tra 2 sostegni della stessa altezza (tipo 2 pentole o 2 ciotole), mentre gli stampini di carta con il bordo in cartoncino li ho divisi uno per uno e li ho capovolti facendo poggiare il bordo dentro una tazza, così:

(*) 2 tuorli, 17gr di zucchero, buccia grattuggiata di 1/2 limone, 26ml di olio di semi, 1 tsp di succo di limone, 38gr di mirtilli secchi, 52gr di yogurt bianco, 52gr di farina, 3 albumi, 35gr di zucchero

Con questa ricetta partecipo ai contest

“Wow! Che dolce!”

http://arricciaspiccia-emanuela.blogspot.it/2012/09/contest-Noberasco-chai-tea.html

http://www.noberasco.it/it/home.asp

Ricendario 2013 – sezione ricette dolci

ricendario

Una fetta di Paradiso

scrat banner

12 thoughts on “VOLANDO SU UNA NUVOLA DI ZUCCHERO: CRANBERRY YOGURT CHIFFON

  1. Che buona la chiffon cake!!! Ma ci credi che l’ho assaggiata una volta a Londra e me la ricordo ancora adesso come la torta più buona che io abbia mai mangiato…e purtroppo ho scoperto come si chiamasse la torta solo poco tempo fa, ma ormai la celichia si era fatta avanti e non ho mai avuto il coraggio di provare a farla con le farine senza glutine! Che questa tua ricetta non mi dia il là per farla?!?! :)! Grazie davvero!!!
    Un abbraccio forte! La metto in lista :)!
    Ti chiedo solo un piccolo favore: affianco ai cramberries potresti aggiungere “Noberasco”?! Sarebbe perfetto!

  2. Pingback: MUFFINS AUX FRUITS SECS ET RAPADURA | Unsoffiodipolveredicannella

  3. Pingback: PROFUMI E SAPORI DI TERRE LONTANE: PURPLE FRUIT SOFT COTTON JAPANESE CHEESECAKE | Unsoffiodipolveredicannella

  4. Pingback: L’INGREDIENTE CHE NON TI ASPETTI: LA FOCACCIA ALLO YOGURT&FIOCCHI | Unsoffiodipolveredicannella

  5. Pingback: RICENDARIO 2013 – UNA NUOVA RACCOLTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...